Studio Odontoiatrico Dr. Andrea Cinquerrui
Master II livello "Riabilitazione Orali Complesse"
Ordine dei Medici di Catania nr. 1128

  • DENTISTI
  • igiene dei denti
  • odontoiatria
  • chirurgia estetica
  • cura e igiene dei denti

ENDODONZIA

L’Endodonzia è la scienza medica, nell’ambito dell’Odontoiatria, che ha per oggetto i tessuti interni del dente, le patologie e i trattamenti correlati. Quando questi tessuti o i tessuti che circondano la radice dentale si ammalano o danneggiano a causa di carie o traumi, il trattamento endodontico permette di salvare il dente. (Fonte: American Association of Endodontist http://www.aae.org)

Quindi la 1° regola è preservare il più possibile il dente naturale.

All'interno del dente si trova un delicato tessuto chiamato polpa, costituita da vasi sanguigni, tessuto nervoso e tessuto connettivo, protetto dai tessuti duri più esterni, la dentina e lo smalto.

Il trattamento endodontico è un intervento odontoiatrico ambulatoriale che si rende necessario quando la polpa (il tessuto molle interno al dente) è infiammata o infetta per un danno provocato da una carie profonda, dall’esito d’interventi sul dente, o da un trauma (grave e improvviso o più leggero ma ripetuto) che ha provocato frattura o scheggiatura o incrinatura profonda. Quindi la polpa deve essere rimossa e l'interno del dente deve essere accuratamente deterso e disinfettato per essere poi otturato con materiali specifici: è questo in sintesi il trattamento endodontico, conosciuto anche come cura canalare o, più comunemente, "devitalizzazione". Alla terapia, che viene utilizzata nel caso di infezioni acute della polpa ed ha quindi un ruolo decisivo nella conservazione del dente naturale, riserviamo una particolare attenzione poiché rappresenta spesso l'ultima possibilità prima di un'estrazione dentaria,.

Occorre conoscere esattamente l’anatomia del dente da trattare, per cui è necessario avere un’immagine radiografica dello stesso. La tecnologia ci viene ancora in aiuto con il rilevatore d’apice, sofisticato apparecchio che segnala, nel canale dentale, il raggiungimento dell’apice da parte degli strumenti.

La devitalizzazione, o terapia canalare, permette di conservare denti non vitali per molti anni; è possibile anche salvare denti già devitalizzati che vanno ritrattati, ed eliminare granulomi e infezioni all'apice dentale (ritrattamento canalare).

L'importanza di una buona terapia canalare è grandissima poiché i denti devitalizzati possono funzionare bene anche per una vita, mentre qualunque problema che si crea in seguito si ripercuote anche sulle cure effettuate dopo la devitalizzazione (ricostruzioni, intarsi, corone protesiche).

CONSERVATIVA

È quella disciplina odontoiatrica che mira alla prevenzione e al recupero estetico e funzionale dell’elemento dentario affetto da carie o lesionato da trauma:

Il termine conservativa indica l'obiettivo di tali cure, di conservare i denti altrimenti distrutti per malattia cariogena o in alcuni casi per rottura coronale parziale traumatica.

Le carie si possono evitare attraverso una prevenzione attenta e mirata.

L'odontoiatria conservativa moderna è basata sul concetto di minima invasività, con la rimozione del solo tessuto cariato e la sua sostituzione con un materiale da restauro, che viene legato direttamente al tessuto sano.

Anche nella prassi conservativa l'evoluzione tecnologica ha portato importanti miglioramenti consentendo l'utilizzo di materiali e strumenti sempre più sofisticati che permettono di curare patologie come la carie in modo sempre meno invasivo e, perché no, con risultati estetici eccellenti. Negli ultimi anni, infatti, sono state quasi abbandonate le amalgame d'argento, che richiedevano una preparazione ritentiva, quindi estesa (lo studio del Dott. Cinquerrui è AMALGAM-FREE) a favore dei compositi. Le otturazioni con materiali estetici, perfettamente mimetizzabili con il dente naturale e le ricostruzioni di denti devitalizzati con perni in fibra di vetro rappresentano le tecniche più usate e rendono il restauro perfettamente integrato con il dente naturale e praticamente invisibile.

Migliore biocompatibilità ed estetica eccellente.

Secondo il tipo di carie si può intervenire o in modo indiretto (intarsi e overlay) o diretto (otturazione).

Li intarsi e gli overlay sono manufatti costruiti all'esterno della bocca dopo che è stata presa un'impronta dei denti. Il materiale in passato era l'oro, oggi usiamo compositi o ceramiche specializzate. Gli overlay sono degli intarsi un po' più ampi, tali da ricoprire le cuspidi del dente per proteggerle dalle forze della masticazione. Questi manufatti sono cementati sul dente in una seconda seduta.
L’otturazione è la procedura secondo cui si asporta il tessuto compromesso: si prepara una cavità che possa permettere la corretta lavorazione e la ritenzione del materiale da otturazione.

Con i nuovi materiali la riabilitazione estetica raggiunge un livello di naturalezza tale da rendere praticamente invisibile la cura. Conservativa sono anche quelle procedure atte a “conservare” i denti sani, come sono le SIGILLATURE e LA FLUROPROFILASSI che si attuano nei bambini.

IGIENE E PROFILASSI

Una corretta igiene orale è fondamentale per combattere e prevenire i disturbi e le malattie dei denti e delle gengive. Le nostre abitudini influenzano la salute dei nostri denti e la leggerezza nella pulizia quotidiana può portare a problematiche legate ai denti e alle gengive.

Placca e carie sono i primi nemici della salute della bocca, e riuscire a contrastarne la formazione può certamente aiutare a mantenerla ai livelli migliori possibili. Rimuovendo con continuità la placca dentale, si riduce drasticamente la capacità da parte degli aggregati batterici di attaccare la gengiva infiammandola.

Nello studio del Dott. Cinquerrui diversi professionisti impegnati nella cura del sorriso, sono a disposizione tutti i giorni dell'anno per l'igiene e la prevenzione orale. È fondamentale recarsi in studio e fare un'igiene dentale semestrale o, per i più bravi, annuale per rimuovere placca e tartaro che inevitabilmente si depositano nella nostra bocca nell'arco del tempo.

Nelle sedute specifiche verranno trasmesse tutte le semplici ma fondamentali regole da seguire a casa per l'utilizzo corretto dei vari strumenti come spazzolino, filo interdentale e scovolino oltre ad aggiunte di fluoro come protezione passiva, necessaria per contrastare e prevenire l'insorgere di disturbi come placca e carie, e gomme da masticare senza zucchero per pulire e proteggere quando si mangia fuori pasto. Molte sono le persone che, pur spazzolando quotidianamente con regolarità i propri denti, lo fanno in modo impreciso senza rimuovere a fondo i residui del cibo e la placca che viene a formarsi. Nell’igiene orale quotidiana è previsto l’utilizzo del filo interdentale la cui funzione è di detergere le pareti interdentali, che non sono raggiungibili dalle setole dello spazzolino. Un'igiene dentale domiciliare corretta permette di avere nel complesso, denti più puliti e quindi mantenere un colore chiaro, naturale del dente.

È necessaria la prevenzione fin dall’infanzia. Imparare a conoscere i denti permette di prevenire l’insorgenza di molte patologie orali.

Le regole trasmesse vengono verificate nel corso delle visite e delle sedute di igiene dentale nello studio ed eventualmente riviste con pazienza e con dedizione, correggendo pratiche scorrette che possano compromettere la salute dei denti.

È opinione abbastanza diffusa che la “pulizia dei denti” (o detartrasi) possa arrecare danni alle strutture dentali. Questo può accadere se non si usano strumenti adeguati o se l’operatore non è sufficientemente competente. Un dentista bravo e preparato sa che la strumentazione deve essere selettiva, mirata, cioè, alle zone che presentano accumuli di placca e tartaro.

Placca e tartaro vengono rimossi sia con particolari apparecchi ad ultrasuoni, sia con strumenti manuali. I primi sfruttano la vibrazione meccanica di un inserto montato su manipolo e richiedono l’irrigazione per il raffreddamento della punta.

I secondi sono strumenti a lama, utilizzati sapientemente in modo manuale.

Nel nostro studio, i due tipi di strumentazione sono abbinati per sfruttare i vantaggi di entrambi, Di norma l’odontoiatra suggerirà la cadenza dei richiami più adatta a ciascun paziente.

Il nostro obiettivo è di portare nel modo più semplice a una condizione di assenza di malattie orali e di intervenire nella maniera più efficace possibile per ridurre le sedute di pulizia al numero minimo appropriato alla bocca di ciascuno.

ESTETICA DENTALE

Un giorno senza un sorriso è un giorno perso. (Charlie Chaplin)

Un bel sorriso è importante per sè e per i rapporti che instauriamo con gli altri.
Un sorriso trasmette sicurezza e serenità. Una dentatura sana riveste un ruolo fondamentale e per questo motivo dobbiamo curarne la salute e l'aspetto. Migliorare l'aspetto migliora la fiducia in sè stessi e la qualità della vita. Un sorriso ha un impatto positivo sulla vita sociale e nell'ambiente di lavoro. Grazie alle tecnologie applicate e all'impiego di nuovi materiali che riescono a riprodurre perfettamente il colore e la luminosità dei denti naturali, potrete tornare a sorridere.
L'estetica dentale, chiamata anche odontoiatria estetica, coinvolge quella serie di procedure volte ad ottenere il sorriso ideale per ogni paziente.

Nel nostro studio di Milano il miglioramento del sorriso inizia sempre da un'analisi approfondita della situazione iniziale. In questa prima fase foto e impronte di precisione permettono al medico di raccogliere informazioni per uno studio della situazione clinica che prende in esame parametri facciali, parodontali e dentali.

L'estetica dentale e quella gengivale insieme contribuiscono a creare un sorriso che mostri armonia ed equilibrio tra le sue componenti.

Sulla base dei dati raccolti, viene realizzato un progetto digitale ed una ceratura diagnostica estetica, che permettono al medico e al paziente di previsualizzare il risultato estetico e funzionale finale. L'obiettivo principale di questa approfondita analisi è quello di donare al paziente il sorriso che ha sempre desiderato cercando sempre di risparmiare il tessuto dentale sano. Questo è possibile grazie a soluzioni mini invasive e all'utilizzo di strumenti e materiali all'avanguardia.

In studio eseguiamo restauri estetici in composito diretti e indiretti e tramite faccette dentali e corone in ceramica è possibile ricoprire quei denti che presentano gravi problemi estetici di forma o colore donando un sorriso naturale.

Non sempre è necessario ricorrere a terapie articolate: spesso è sufficiente uno sbiancamento professionale o un trattamento ortodontico(possibile anche con terapie “invisibili”) per risolvere affollamenti o malposizioni e per ridare brillantezza al sorriso.

ODONTOIATRIA PEDIATRICA

La prevenzione e l’educazione odontoiatrica sin dai primi anni di vita sono un presupposto indispensabile per diventare adulti con i denti sani.

Con il termine pedodonzia s’indica il settore dell’odontoiatria specializzato nella cura dei denti e del cavo orale dei bambini.

Nel campo terapeutico in generale, e ancor più in quello infantile, per ottenere un risultato di successo, la competenza medica deve essere associata a due fattori fondamentali: l’adozione di un approccio psicologico adeguato e l’impegno ad un’accurata prevenzione delle patologie.

Affrontare controlli e cure mediche può essere un’esperienza stressante per il bambino: per questo motivo è molto importante creare attorno al piccolo paziente un ambiente a-traumatico, rilassato e confortevole. Un approccio attento e positivo da parte del personale medico e infermieristico permette di mitigare le eventuali paure e raggiungere un clima collaborativo in fase di trattamento.

In pedodonzia, la prevenzione rappresenta più che mai un principio fondamentale.

Intercettare precocemente disturbi e anomalie ne consente una risoluzione migliore e più rapida e pone le basi per la salute orale e il benessere dell’adulto.

Quando la dentizione decidua (i denti da latte) è completa, è bene portare il bambino ad una prima visita pedodontica, anche per abituare il futuro paziente ad avere un rapporto sereno con il dottore che si occuperà della salute della sua bocca.
La prima visita è consigliata prima dei quattro anni di età, anche per prendere confidenza e fiducia con un dottore che giocherà e riderà con il piccolo paziente, valutando la situazione.

Con l’eruzione dei primi denti definitivi (intorno ai sei anni d’età) si consiglia di sottoporsi a visite di controllo almeno ogni anno, per intervenire tempestivamente in caso di carie. E' importante valutare la situazione generale della crescita dei denti e del cambio della dentizione decidua con quella permanente.

Infatti, permane la tendenza a sottovalutare l’importanza de denti decidui (da latte), destinati alla permuta e dunque considerati meno preziosi.

Questa convinzione è erronea e può favorire precoci disturbi dentali e gengivali.

Innanzitutto, una corretta igiene orale, permette di prevenire la carie, patologia molto diffusa nei bambini anche in presenza di denti decidui.

Le lesioni cariose dei denti da latte possono rappresentare un pericolo anche per i denti permanenti:

  • Le carie profonde possono danneggiare i denti definitivi sottostanti.
  • L’estrazione prematura dei denti da latte può creare problemi di sovraffollamento dentale, poiché non vengono mantenuti correttamente gli spazi necessari ad accogliere i futuri elementi permanenti.

Se il dentista lo riterrà opportuno potrà consigliare la sigillatura dei solchi, una pratica rapida ed indolore. Si tratta di una strategia difensiva che consiste nel proteggere dalle carie i solchi dei molari permanenti.

Attualmente, la pratica della sigillatura dei molari permanenti, rappresenta una strategia efficace per prevenire la carie pediatrica. Laddove necessario, può essere applicata anche sui denti decidui.

I primi molari permanenti erompono intorno ai 6 anni e sono denti esposti al rischio di carie in quanto difficili da detergere da parte del bambino sia per la scarsa manualità nel lavare correttamente i denti, sia perché, appena erotti, presentano dei solchi molti profondi.

Il mantenimento in sede del dente da latte fino a perdita naturale, è molto importante per conservare adeguatamente gli spazi in arcata ed evitare future anomalie occlusive.

Dall'età dei 6 anni ai 12-13 anni circa, cadono i dentini da latte, nascono i denti permanenti e avvengono importanti fenomeni di crescita scheletrica. In questo lungo periodo i momenti più opportuni per intervenire possono essere diversi secondo i vari problemi. E’ questa l’età giusta, ad esempio, per intercettare in tempo disallineamenti dentali, e per prevenire e correggere le alterazioni di crescita scheletrica del mascellare superiore e della mandibola (trattamento ortodontico)

CINQUERRUI STUDIO DENTISTICO | 52, Via Ammiraglio Caracciolo - 95123 Catania (CT) | P.I. 05121200876 | Tel. 095 6785707   - Cell. 340 9716910 | psodontoiatrico@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy